HOME
HOME


  ACCEDI ALLA TUA AREA PRIVATA
username
password
Dimenticata la password?
Bed & Breakfast [88]
Hotel [16]
Agriturismi e Trulli [18]
Case e Appartamenti [26]
Affitta camere [3]
Centri benessere [0]
Campeggi [1]
Villaggi turistici [0]
Altri servizi [0]

Spiagge
LocalitÓ
Laghi
Grotte marine

Archeologia
Castelli e Torri
Terra e Mare
I Luoghi della Fede

Ricette
Prodotti

LOCALI
Ristoranti - Trattorie [1]
Birrerie - Discoteche [4]
Teatri - Cinema [71]
 
OFFERTE IN CORSO
Nessuna offerta disponibile
 


Puglia vacanze, turismo e cultura nel sud-est italia
 ALLOGGI
alloggi
 MARE
mare
CULTURA
cultura
 SAPORI
sapori
 EVENTI
eventi
 PAESAGGI
paesaggi
PUGLIA
puglia
inserisci e promuovi nel portale:
IL TUO ALLOGGIO · IL TUO LOCALE · IL TUO RISTORANTE · UN BANNER


PREISTORIA
Sin dalla notte dei tempi, la Puglia Ŕ stata frequentata dall'uomo. A dimostrarlo due recenti ritrovamenti: Delia, la "donna di Ostuni" con il feto in grembo, risalente a 25.000 anni fa, sorta nel 1991 nelle profonditÓ della grotta-santuario di Santa Marida di Agnano, i cui resti sono conservati presso il Museo delle civiltÓ preclassiche di Ostuni, nell'ex convento delle "Monacelle"; e "l'uomo di Altamura" , venuto alla luce nell'ottobre del 1993, un fossile umano databile alla fase finale del Pleistolcene (200.000 anni addietro) che tuttora Ŕ negli anfratti della grotta "Lamalunga" nella quale sarebbe caduto nel momento in cui era impegnato a cacciare.

[clicca sulle immagini per ingrandirle]

Le due eccezionali scoperte, alle quali se ne sono aggiunte molte altre nel corso di questi ultimi anni (nellas tessa grotta ostunese fu ritrovato uno scheletro di 12/10.000 anni fa), i numerosi fossili animali, gli utensili dell'uomo del Paleolitico rinvenuti nella Grotta Romancelli, vicino a Castro nel Salento; le pitture parietali del Neolitico della Grotta dei Cervi a Porto Badisco; il ricchissimo giacimento del Paleolitco della grotta Paglicci, nelle vicinanze di Rignano Garnico, da dove son venuti fuori scheletri umani, strumenti litici, ossa graffite, ciottoli vari, e nelle quali si sono conservati affreschi risalenti a pi¨ di 20.000 anni fa; gli utensili e il materiale preistorico rinventuo nel pulo di ALtamura ed in quello di Molfetta; le cosiddette "Veneri" di Parabita, nel leccese, anche'esser risalenti a 20.000 anniaddietro; per non dire di quanto rinvenuto nelle Grotte del Cavallo e dell' Altro nella baia di Uluzzo, lungo la costa ionica di Nard˛; nonchŔ le numerose tombe a grotticella rinventua a Trinitapoli e a San Ferdinando, risalente ad un periodo in vertiÓ molto pi¨ recente (1800-1700 a.C.), testimoniano come la Puglia, posta nel centro del Mediterraneo, sia stata abitata sin dalla preistoria.

[clicca sulle immagini per ingrandirle]



Torna alla lista »



Copyright © 2007-2014 COSTA EST -
P.IVA 02647840400 - Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti | privacy policy