HOME
HOME


  ACCEDI ALLA TUA AREA PRIVATA
username
password
Dimenticata la password?
Bed & Breakfast [88]
Hotel [16]
Agriturismi e Trulli [18]
Case e Appartamenti [26]
Affitta camere [3]
Centri benessere [0]
Campeggi [1]
Villaggi turistici [0]
Altri servizi [0]

Spiagge
Località
Laghi
Grotte marine

Archeologia
Castelli e Torri
Terra e Mare
I Luoghi della Fede

Ricette
Prodotti

LOCALI
Ristoranti - Trattorie [1]
Birrerie - Discoteche [4]
Teatri - Cinema [71]
 
OFFERTE IN CORSO
Nessuna offerta disponibile
 


Puglia vacanze, turismo e cultura nel sud-est italia
 ALLOGGI
alloggi
 MARE
mare
CULTURA
cultura
 SAPORI
sapori
 EVENTI
eventi
 PAESAGGI
paesaggi
PUGLIA
puglia
inserisci e promuovi nel portale:
IL TUO ALLOGGIO · IL TUO LOCALE · IL TUO RISTORANTE · UN BANNER


I CASTELLI
Quando si parla di castelli pugliesi il Biero corre subito a quello di Castel del Monte che, tra i tantissimi, ecerta ente unico nel suo genere, e non solo in Italia.
Costruito intorno alla prima metà del XIII sec. da Federico II, che pare non l'abbia mai visitato, non si sa ancora oggi a cosa potesse servire: se sia stato costruito come residenza di caccia o come opera di difesa facente parte di un sistema di fortificazioni messo su dallo Svevo nell'intera Italia meridionale, dalla Sicilia alla Puglia. Certo è che quell'ottagono, alto 24 metri e largo 56, domina quasi tutta la Puglia del nord: dal maniero, infatti, l'occhio spazia sul Golfo di Manfredonia e sul Gargano meridionale, e la stessa costruzione si intravede da molti chilometri di distanza sìtuata com'è a 540 metri sul livello del mare. Esso costituisce, architettonicamente, un unicum.
Per via degli interessi esoterici di Federico e della sua corte, l'opera sa di mistero ed intorno ad essa, da decenni, con interpretazioni diverse, si sbizzarriscono studiosi di tutto il mondo.

[clicca sulle immagini per ingrandirle]

Non ci sono documenti che dicano con esattezza quando la residenza sia stata effettivamente edificata e a qual fine. Che non sia una fortezza nel senso classico del termine si vede chiaramente: non ha fossato, non poteva quindi avere ponte levatolo, non ha saiettiere se non nelle torrette degli spigoli, non ha caditoie, non ha segni di palle lanciate sulla muratura né, come avviene ad esempio ad Otranto, si sono trovati proiettili del genere negli ampi spazi interni ed esterni al castello.
Per la cura con cui fu realizzata, la costruzione tutto poteva essere meno che opera fortificata. Essa ha base e cortile ottagonali con otto torri agli spigoli anche esse ottagonali; due sono gli ingressi situati diametralmente, uno all'apposto dell'altro, con il principale che guarda ad est.
All'interno del castello si accede attraverso un portale, semplice ma imponente nelle linee, inserito in un quadrato e mezzo, con un frontone triangolare che poggia su due pilastri, dopo aver superato una breve scala a doppia rampa. Le finestre sono monofore al piano terreno, bifore, tranne una più grande che è trifora, al primo piano; le stanze dell'ottagono centrale sono otto al piano terra e altrettante al piano superiore: sedici ampie sale alcune dotate di camini oggi inutilizzabili. Le volte ogivali a crociera poggiano su pilastri tristili con capitelli scolpiti e chiavi di volta dalle quali pencolano figure di animali e motivi floreali. Anche le stanzette ricavate nelle torrette degli spigoli, anche queste ottagonali denotano, pur nella semplicità espressiva, il gusto e la raffinatezza del progettista. Un progettista del quale non si sa alcunché, ma che certamente aveva una cultura architettonica varia e vasta.


Torna alla lista »



Copyright © 2007-2014 COSTA EST -
P.IVA 02647840400 - Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti | privacy policy