HOME
HOME


  ACCEDI ALLA TUA AREA PRIVATA
username
password
Dimenticata la password?
Bed & Breakfast [88]
Hotel [16]
Agriturismi e Trulli [18]
Case e Appartamenti [26]
Affitta camere [3]
Centri benessere [0]
Campeggi [1]
Villaggi turistici [0]
Altri servizi [0]

Spiagge
Località
Laghi
Grotte marine

Archeologia
Castelli e Torri
Terra e Mare
I Luoghi della Fede

Ricette
Prodotti

LOCALI
Ristoranti - Trattorie [1]
Birrerie - Discoteche [4]
Teatri - Cinema [71]
 
OFFERTE IN CORSO
Nessuna offerta disponibile
 


Puglia vacanze, turismo e cultura nel sud-est italia
 ALLOGGI
alloggi
 MARE
mare
CULTURA
cultura
 SAPORI
sapori
 EVENTI
eventi
 PAESAGGI
paesaggi
PUGLIA
puglia
inserisci e promuovi nel portale:
IL TUO ALLOGGIO · IL TUO LOCALE · IL TUO RISTORANTE · UN BANNER


LA REGIONE DELLA FEDE
Questa è la regione delle imponenti cattedrali romaniche, delle cripte e delle chiese bizantine, delle grandi chiese barocche, delle chiesette paleocristiane. E dei grandi Santuari della storia millenaria, dei santi miracolosi, di alcuni Pontefici. Di qui passo, secondo la tradizione, san Pietro, prima di giungere a Roma. Di qui passarono, e a volte si fermarono, egiziani, ebrei, asiatici, i quali introdussero il cristianesimo e altri culti . E' questa, insomma, una terra ricca di fede che, attraverso i piccole i grandi luoghi di culto, ha dimostrato in concreto il luogo intenso legame con la cristianità, soprattutto, ma anche in minoranze religiose. Sinagoghe erano presenti a Oria e a Trani, dove notevole era la presenza di comunità ebraiche; numerose erano le moschee a Lucera, dove decine di migliaia erano i musulmani, e moltissime chiese di rito greco. Di tutto ciò rimane oggi, purtroppo, ben poco.
Le fabbriche ecclesiastiche pugliesi sono frutto dell'opera di grandi artisti, ma anche di modesti geniali artigiani che maneggiarono la pietra, ora dura, come quella del nord della Puglia, ora morbida e facilmente plasmabile come quella del Salento, con facilità con cui i ragazzi maneggiano la cera pongo, I commintenti, per opere che a volte duravano secoliprima di essere completate, erano a volte re e principi, altre volte famiglie aritocratiche e "nuovi ricchi", che lasciavano il segno della loro munificenza. Ma spesso, per opere modeste, era anche il popolo, forte di una devozione che non aveva fini reconditi, a raccogliere fondi per edificare la propria chiesa, attraverso corporazioni e le congreghe con l'appoggio o la collaborazione di preti e monaci.

[clicca sulle immagini per ingrandirle]

Non di rado furono anche gli ordini cavallereschi ed ospedialieri, presenti largamente in Puglia, a fondare o abbellire luoghi di culto.
In tutto il mondo romani, nel periodo del trapasso, i templi diventano chiese: i cristiani, ormai emersi dalle catacombe, invadono i luoghi sacri al culto pagano e su di essi costruiscono i loro edifici, se non addirittura, come in molti casi, trasformarono in chiese gli stessi templi. E gli esempi che si possono fare in questo senso non sono pochi. Il più emplematico è certamente quello di Canosa: sul grade tempio pagano del III sec. a .C., a pianta quadrata, si impianta la basilica cristiana dedicata a san Leucio, il martire traslato da Brindisi a Trani, del cui corpo alcune reliquie arrivano a Canosa. Del grande tempio restano scampoli di mosaico a sfondo geometrico e naturalistico, colonne scanalte, capitelli corinzi, frammenti di un telamone; della cupole che doveva coprire la prate centrale del tempio non è rimasto purltroppo alcunchè. Tutt'intorno tombe e sepolture.
Non fu sempre, a quanto riferiscono le conache dell'epoca, operazione indolore, quella delal distruzione o della occupazione e trasformazione dei luoghi sagri pagani, tutt'altro, Gli scontri, come si verifica sempre nei periodi di transizione, ci furono, e se anche non si hanno riferimenti precisi su quanto avvenne nella regione, è verosimile che nn siano mancati. D'altronde, e questo è storicamente accertato, per ben più modesti motici legati al passaggio dal rito grego a quello latino, nel Salento grecofono, si regitrarono violenze di ogni sorta.


Torna alla lista »



Copyright © 2007-2014 COSTA EST -
P.IVA 02647840400 - Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti | privacy policy